Spettacolo di Circo e Parco Giochi di Mondeggi

Domenica 13 maggioOre 12:00 – Spettacolo di circo ‘ Allegro, fuori tempo’, con i giovani artisti della scuola di circo Passe-passe. Per tutta la famiglia, offerta a cappello.

Dalle ore 11, quarta giornata di laboratorio di costruzione di giochi con materiali di recupero e loro sperimentazione; giochi a oltranza tra le colline di Mondeggi per tutto il pomeriggio.

Questa volta in concomitanza con “Ritorno al Futuro”, l’incontro sulla trazione animale; sarà possibile quindi sia fare, come l’ultima volta, pic nic e grigliata (brace accesa all’uopo) oppure fruire della cucina di Mondeggi che organizzerà un pranzo di autofinanziamento.

MANIFESTAZIONE 28 APRILE

Sono stati mesi impegnativi quelli appena trascorsi per il collettivo di resistenza contadina Jerom Laronze di Firenze e per Mondeggi. Abbiamo attraversato l’Italia dal nord al sud per raccontare la storia di questo bene comune e per tessere rapporti con tutti quelli che praticano agricoltura contadina.

Un grande corteo ha attraversato le strade di Firenze portando messaggi di solidarietà. Il silenzio assordante del sindaco di Bagno a Ripoli (PD) e il comunicato della città metropolitana (PD) non fa altro che ribadire l’intenzione dell’amministrazione di non ascoltare quel grido libero nato dal basso che risuona dalla campagna alla città “Mondeggi non si vende si coltiva e si difende!”.

La domanda che ci poniamo è quando tempo dovrà ancora passare prima che questi politicanti si accorgano di quanti vantaggi possano portare al territorio esperienze come queste fatte di antirazzismo, antifascimo, antisessismo che riescono a creare comunità di cui essere veramente orgogliosi.

A chi ci chiede come finirà questa storia rispondiamo convinti che comunque vada abbiamo gia vinto perchè in 4 anni abbiamo imparato a realizzare i nostri sogni e trasformarli in un progetto politico, agricolo e sociale che oggi e domani continuerà a seminare speranza.

Anora una volta…avanti tutta!

La ZAD vive! contributo di Bianca Bonavita

 

LA ZAD VIVE!
>
> Vive in ogni pezzo di terra sottratto al governo del territorio.
> Vive in ogni piccola fattoria dove umani, vegetali e animali hanno una
> voce sola.
> Vive dove non ci sono padroni, cattivi o buoni che siano.
> Vive dove il lavoro non è schiavitù, degli altri o di sé.
> Vive dove la festa è ancora un gioco senza un fine.
> Vive dove si abita un luogo fino ad essere quel luogo.
> Vive dove le macchine sono ancora soltanto uno strumento.
> Vive dove non c’è monocoltura, avvelenamento, sfruttamento, rapina.
> Vive dove la terra non è proprietà o bene ma l’impasto della propria
> carne, madre, sorella, sangue e respiro.
> Vive dove il cibo è la propria anima.
> Vive dove gli alberi non sono un ostacolo ma un rifugio.
> Vive nelle foreste primeve.
> Vive in una tribù superstite dell’Amazzonia.
> Vive sulle montagne che non vogliono farsi bucare.
> Vive in ogni lotta per difendere un ambiente di vita.
> Vive dove si blocca un oleodotto, una strada, un treno, la distruzione
> di una foresta.
> Vive sui sentieri di montagna dove i passi di amici cancellano le
> frontiere.
> Vive in una scritta sul muro comparsa una mattina.
> Vive in una parola vera gridata davanti a uno scudo.
> Vive nel gesto liberatorio della pietra.
> Vive nella visione purificatrice del fuoco.
> Vive in una cella di isolamento.
> Vive in chi sottrae ogni giorno alla megamacchina un po’ di sé.
> Vive nei corpi che sfuggono al biopotere.
> Vive nei nostri morti uccisi dai vostri mercenari.
> Vive in ogni luogo liberato e reso autonomo, che sia un capannone, una
> palude o una fattoria.
> Vive laddove riconosciuta l’apocalisse che scontiamo si costruisce
> ogni giorno una possibile redenzione, un mondo da immaginare.
>
> Pertanto, voi, che volete il controllo assoluto di ogni luogo, di ogni
> corpo, di ogni pensiero, di ogni gesto, di ogni parola, voi che volete
> il monopolio radicale del nostro spazio e del nostro tempo sappiate
> che non li avrete mai.
> Ancora una volta ci avete rammentato il fondamento di violenza su cui
> affonda l’ovatta delle vostre democrazie.  Forse coi vostri carri, con
> le vostre armi chimiche che usate a pretesto per condurre le vostre
> guerre, riuscirete a sgombrare Notre Dame des Landes ma mille altre
> Zone A Defendre saranno già nate.
> Continuate a vincere battaglie perché i vostri mercenari sono meglio
> equipaggiati ma non vincerete mai la guerra perché ciascuna di noi è
> una Zone A Defendre da sgomberare, e non riuscirete mai a sgomberarci
> tutte dal desiderio di un mondo diverso dal vostro.
> Contro i vostri carri e i vostri gas possiamo poco ma dove non ci
> immaginate noi saremo, dove non ci cercate ci nasconderemo, dove non
> potete sentire cospireremo, dove non potete vedere ricostruiremo.
> Saremo il vostro vero stato di emergenza. Non abbiamo altro da fare.
> Abbiamo tutta la vita per difenderci dai vostri assalti e per
> costruire la nostra Zad.
>
> La Zad vivrà perché noi siamo la Zad.
>
> Bianca Bonavita dedicato a Notre Dame des Landes e a tutte le ZAD e con un pensiero a Mondeggi

GENUINO CLANDESTINO A MONDEGGI

Genuino clandestino è una rete nazionale che periodicamente si incontra per mettere in relazione le realtà dei produttori e co-produttori che praticano l’agricoltura contadina e organizzano mercati autogestiti.
Programma:

VENERDI 27 APRILE
10.00 Accoglienza
12.30-14.30 Pranzo condiviso
16.00-20.00 Assemblea plenaria
20.00-21.00 Cena
21.30 Continuo assemblea plenaria

SABATO 28 APRILE
8.30-12.30 tavoli tematici: (descrizione in fondo al testo)

– Mutuo aiuto
– Libere trasformazioni
– Ecologia e autonomie
– Formazione
– Cucine in movimento
– Nuovi schiavismi
– Preparazione per singoli e nuove reti di G/C. (include Garanzia partecipata)
– Comunicazione
12.30-14 Pranzo
14.00-16.30 tavoli tecnici:
(la seguente lista di tavoli tecnici potrebbero subire variazioni)
– allevamento
– raccoglitrici e raccoglitori
– panificazione
– orticoltura
– apicoltura
– viticoltura
– olivicoltura
– semi e biodiversità
– birrificazione

ORE 17.30 CORTEO piazza san marco (Fi) Per la difesa di Mondeggi, contro la svendita dei beni comuni e l’autodeterminzazione dei territori

ore 20.30 cena in piazza santo spirito con le cucine autogestite di G/C a seguire musica live e dj set

DOMENICA 29 APRILE
dalle ore 10.00 alle 18.00 Presidio contadino al parco delle Cascine con produttori e prodotti genuini da tutta Italia.

Durante la giornata verrà allestito il parco giochi di Mondeggi per grandi e piccoli, iniziative culturali (ancora da confermare)

** Sarà presente Radio Wombat Firenze che trasmetterà in diretta gli eventi del sabato e della domenica. Radio WOMBAT è ascoltabile in streaming da qui: https://wombat.noblogs.org/streaming/

INVITO ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DI GENUINO CLANDESTINO
Il 27, 28 e 29 Aprile 2018
a MONDEGGI BENE COMUNE – FATTORIA SENZA PADRONI (Firenze)
Siamo reti territoriali di contadini/e, artigiani/e, studenti e studentesse, lavoratori e lavoratrici delle comunità rurali e cittadine, cuochi, attivisti politici, persone e famiglie che fanno la spesa nei mercati clandestini.

Genuino Clandestino nasce nel 2010 come una campagna di comunicazione per denunciare un insieme di norme ingiuste che, equiparando i cibi contadini trasformati a quelli delle grandi industrie alimentari, li ha resi fuorilegge.
Per questo rivendichiamo la libera trasformazione dei cibi contadini, restituendo un diritto espropriato dal sistema neoliberista. Rivendichiamo questo diritto in modo partecipato e diretto, vendendo i nostri prodotti genuini clandestini in mercati cittadini autorganizzati in tutta Italia.

Ora questa campagna si è trasformata in una rete di comunità in divenire che propone alternative concrete al sistema vigente attraverso diverse azioni: pratica e diffusione di agricolture contadine che tutelano la salute della terra, dell’ambiente e degli esseri viventi; costruzione di comunità territoriali; garanzia partecipata e trasparenza nella realizzazione e distribuzione del cibo; percorsi di accesso alla terra che rivendichino la terra “bene comune” come diritto a coltivare e produrre cibo. Quest’ultimo punto in particolare sarà al centro di questa edizione dell’assemblea nazionale, che vorrà difendere in modo forte l’esperienza di Mondeggi, un terreno di proprietà pubblica abbandonato e ora, da circa 4 anni, recuperato e fatto vivere dalla comunità.

Siamo determinati a difendere Mondeggi come Bene Comune, contro la proposta di svendita dell’amministrazione pubblica. Lo faremo anche con un corteo che attraverserà la città di Firenze la sera del 28 Aprile.

All’interno di questa tre giorni vorremmo avere l’occasione di confrontarci anche con realtà di lotta contadine provenienti da altri paesi e altre esperienze, costruendo tavoli di lavoro e momenti di presentazione e discussione.

Con questo invito ci rivolgiamo ai contadini e alle contadine in lotta nel mondo che praticano l’agroecologia, che si battono per l’accesso alla terra e la sua difesa dallo sfruttamento, per la salvaguardia della biodiversità e per la costruzione di comunità solidali.
Siamo convinti/e che per i movimenti contadini ed ecologisti sia fondamentale creare legami transnazionali per costruire insieme una prospettiva globale di lotta.

Per informazioni e per comunicarci la vostra adesione potete scriverci a:
crclaronze@autistici.org

Comunità di Resistenza Contadina Jerome Laronze
Mondeggi Bene Comune
Genuino Clandestino

Vi invitiamo a seguire la pagina facebook e il blog per controllare eventuali modifiche