Oltre 750 alla cena per mondeggi

Come volevasi dimostrare, Mondeggi tira più che le cene pre-elettorali del sindaco Casini!

Un immenso grazie a tutte e tutti i partecipanti, alla Casa del Popolo di Grassina, a tutte le associazioni del territorio presenti, ai gruppi teatrali dell’ex-opg di Napoli e al Teatro Contadino Libertario; a tutti e tutte coloro che si sono sbattuti per giorni per realizzare questo momento e hanno lavorato duramente e in sintonia nelle cucine, alla logistica, in sala, al bar, alla comunicazione; un grazie a tutta la comunità che ancora una volta unita ha ribadito a chiare lettere che Mondeggi non si vende! Si coltiva e si difende!

 

 

Al fianco dell’Asilo per liberare ogni luogo

Ancora una volta è arrivata alla comunità di Mondeggi la notizia che arroganti signori in doppiopetto hanno deciso la chiusura di un luogo libero. Hanno usato la forza, senza scupoli, perché vorebbero, una volta per tutte, che le esperienze e le vite che non ottengono la loro approvazione vengano stroncate. E così un luogo attraversato da oltre due decenni di storie di solidarietà e ribellione, di diritti negati e riconquistati, di cultura, dibattiti e formazione di affilati spiriti critici, di comunità allargate e strette amicizie, è stato improvvisamente chiuso. Tutto questo non significa solo porte murate e una lunga giornata d’inverno passata sulla cima di un tetto, significa anche pesanti e infamanti accuse penali, da sempre il metodo più utilizzato per paralizzare chi si muove in autogestione contando solo sulle proprie forze, all’Asilo a Torino come all’Amassada nell’Aveyron in Occitania o al Rog di Ljubljana.

La comunità di Mondeggi esprime tutta la sua vicinanza all’Asilo, all’Amassada e al Rog. La loro lotta è anche la nostra, e non si fermerà.

Mondeggi Bene Comune Fattoria Senza Padroni

L’ora è ora! Prendi parte alla ri(e)voluzione di XM24!

Da ecn.org/xm24:

BOLOGNA, Assemblea cittadina@XM24, 6 Febbraio ore 19.00

Il 29 gennaio del lontano 2002, gli abbandonati spazi dell’ex mercato ortofrutticolo cittadino furono restituiti alla città nella forma di uno Spazio Pubbblico Autogestito che ha preso il nome di XM24. Sono passati da allora 17 anni, anni di lotte sociali, di creatività critica, di laboratori autogestiti, di sperimentazioni, di alternative al sistema capitalista portate avanti con solidarietà dal basso e partecipate da migliaia di persone.

Negli ultimi anni l’amministrazione cittadina ha deciso che quest’esperienza collettiva deve finire. Gli attacchi contro XM24 si sono intensificati, e mentre la stampa porta avanti una feroce e strumentale campagna denigratoria, gli amministratori annunciano improbabili progetti per giustificare la loro volontà di cacciare fuori XM dagli spazi di via Fioravanti 24: prima la caserma, poi la casa delle associazioni o della letteratura, piu’ tardi le case popolari e ora il cohousing.

Il progetto di cohousing vorrebbe ridurre uno spazio pubblico autogestito attraversato settimanalmente da centinaia di persone in uno spazio abitativo riservato a pochi eletti. Contestualmente l’amministrazione, per assegnare gli spazi, continua con finti percorsi che chiama partecipati: i laboratori di quartiere prima, le assemblee territoriali adesso.
Sono briciole di partecipazione: numerosissime realtà cittadine sono costrette a competere per spazi piccoli ed inadeguati.

Le decisioni, però, vanno prese in un altro modo. Fuori e contro ogni logica competitiva, chiamiamo una mobilitazione pubblica sull’uso del civico 24, per aprire una più ampia riflessione sugli spazi in città.

I tempi ci impongono un salto in avanti, superando logiche di arroccamento. L’esperienza dei prati di caprara ha dimostrato che è possibile vincere una battaglia se l’intelligenza collettiva prende parola e impone la propria forza.

Sul civico 24 di via Fioravanti decide la città, dal basso.

Sul civico 24, si comincia il 6 Febbraio 2019. Poi, su tutta la città.

Essici.

Continue reading L’ora è ora! Prendi parte alla ri(e)voluzione di XM24!

Cena a sostegno di Mondeggi Bene Comune!

Contro la vendita di Mondeggi cena a sostegno di Mondeggi Bene Comune! Vi aspettiamo numerosissime Venerdì 15 febbraio alle otto nella Sala Grande della Casa del Popolo di Grassina!

Menù (8 euro):
Pinzimonio e fettunta con olio nuovo di Mondeggi
Minestra di pane fatta bene
Stufato di capriolo nostrano con crostone di polenta
Gurguglione di verdure con crostone di polenta
Misticanza di stagione
Dolci a volontà
Acqua e vino compresi

La cena sarà l’occasione per presentare pubblicamene il nuovo COMITATO AMICI DI MONDEGGI, costituito da persone fisiche e giuridiche che:

1 – intendono sostenere il progetto agricolo e sociale portato avanti dalla Comunità di Mondeggi,
2 – intendono appoggiare la gestione di Mondeggi come un bene comune aperto secondo la Dichiarazione di Uso Civico di cui si è dotata la Comunità
3 – sono contrarie alla vendita di Mondeggi in quanto depauperamento del patrimonio pubblico e della collettività

Per questi motivi, il COMITATO avrà come scopo primario quello di mediare a favore della Comunità di Mondeggi con l’amministrazione pubblica, al fine di aprire una nuova stagione di dialogo su un futuro di Mondeggi diverso dalla vendita.

La prenotazione è obbligatoria:
Vanni: 3334014319
Roberto: 3281340927
Cecilia: 3338464518

Continue reading Cena a sostegno di Mondeggi Bene Comune!

Nasce il Mo.V.A. (Mondeggi Vigna Autogestita)

L’esperienza di Mondeggi Bene Comune fattoria senza padroni fa un nuovo e importante passo avanti per la sua storia e per la storia della gestione dei beni comuni grazie alla partecipazione di ulteriori cittadini di Bagno a Ripoli e di Firenze. Questo passo avanti arriva in uno dei momenti più difficili visto che tutta la fattoria è stata messa nuovamente all’asta dalla città metropolitana nel totale silenzio della giunta comunale di Bagno a Ripoli che potrebbe fare tanto per difendere questo bene dalla sua alienazione ma sceglie invece di abbassare la testa.
Circa 80 persone hanno risposto all’appello lanciato dal comitato per salvare e rimettere in produzione 5,3 ha di vigna che a causa del fallimento prima della srl e della fine dei bandi annuali di gestione (fortunatamente per il vigneto) sono rimaste abbandonate dal 2017.

Continue reading Nasce il Mo.V.A. (Mondeggi Vigna Autogestita)

5-10 febbraio: incontro europeo di “Reclaim the Fields”

 

Dal Blog di RTF:

Siete invitate e invitati a partecipare all’incontro europeo di Reclaim the Fields 2019, che avrà luogo a Mondeggi, vicino a Firenze, tra il 5 e il 10 febbraio 2019!

Cos’è Reclaim the Fields?

Reclaim the Fields è una rete internazionale composta da singoli e collettivi che si occupano di accesso alla terra, agricoltura contadina, creazione di alternative reali al capitalismo e supporto alle lotte per la difesa dei territori contro le devastazioni.

Continue reading 5-10 febbraio: incontro europeo di “Reclaim the Fields”

Un Trattore per Mondeggi

buonacausa.org/cause/mondeggi

Abbiamo deciso di chiedere un aiuto a tutti i sostenitori di Mondeggi Bene Comune per comprare un trattore a ruote che ci permetta un salto di qualità nella gestione agroecologica di tutta la fattoria.

A differenza delle comuni aziende agricole, non accediamo ai fondi della PAC (Politica agricola comunitaria) che sostengono gli investimenti in agricoltura. In ogni caso siamo critici verso questi finanziamenti pubblici che drogano il mercato e falsano la concorrenza, dato che la maggior parte dei soldi contribuisce a gonfiare ulteriormente le tasche di chi investe grosse somme di denaro.

Vogliamo comprare un trattore a ruote cabinato e con la pala/sollevatore anteriore. Questo mezzo ci permetterà di agevolare numerose operazioni come la semina del grano, la trinciatura, il trasporto della legna e dei residui delle potature, oltre ovviamente ai trattamenti in vigna, nel frutteto e nelle olivete se necessario. La pala anteriore ci consentirebbe una gestione più accurata del compost, facilitando il carico-scarico e il rimescolamento, oltre a permetterci lo spietramento dei campi e l’esecuzione di molte altre lavorazione come, ad esempio, lo spostamento delle rotoballe.

Abbiamo bisogno del vostro aiuto perché fin dal primo giorno di vita di questa esperienza abbiamo deciso di costruire insieme un futuro diverso per queste colline.

Nonostante in questo momento la Città Metropolitana di Firenze e il sindaco di Bagno a Ripoli si rifiutino di aprire un dialogo costruttivo verso un comitato fatto da centinaia e centinaia di persone – che in quasi 5 anni ha recuperato circa il 70% delle superfici agricole coltivabili e 3 casali – crediamo sia comunque il caso di andare avanti, spingendoci fino a chiedervi un aiuto economico per ampliare questo progetto.

Il primo marzo 2019 si chiuderà il bando d’asta per l’intera tenuta di Mondeggi: in questa data sapremo se la Città Metropolitana riuscirà a svendere anche questo bene. Siamo convinti che supereremo questo ennesimo ostacolo; in caso contrario i soldi ricevuti serviranno a sostenere le spese legali che probabilmente ci troveremo ad affrontare, perché se qualcosa ci manca è l’intenzione di rimanere a guardare.

Fin dal primo giorno abbiamo scelto la parola “coraggio” perché sono quasi 5 anni che portiamo avanti ogni tipo di lavoro agricolo, sociale e politico ben coscienti che potrebbe essere l’ultimo giorno. Fare un ulteriore investimento così grande non può che andare nella direzione che abbiamo deciso di prendere, insieme, fin da quando questa esperienza ha mosso i primi passi.

Tante piccole gocce….un grande fiume.

Se possibile fate bonifici invece di paypal che ci sono meno commissioni.
Nel caso non raggiungessimo la somma prevista continueremo a fare iniziative.
Con questo tipo di crowdfunding riceviamo la somma raccolta anche se non arriviamo all’obiettivo.

Grazie!

Mail Bombing in supporto a Mondeggi!

Chiediamo un minuto a tutti i sostenitori del progetto Mondeggi Bene Comune fattoria senza padroni per copiare-incollare e inviare a Nardella, sindaco di Firenze e presidente della Città Metropolitana il seguente testo agli indirizzi:

dario.nardella@gmail.com, dario.nardella@cittametropolitana.fi.it

Mettete per “oggetto” quello che ritenete opportuno.
Dato che questi politici non ci incontrano e non ci ascoltano, vediamo se almeno ci leggono.
Per la riuscita della campagna abbiamo bisogno che ci aiutate condividendo questo messaggio, grazie a tutte/i

Continue reading Mail Bombing in supporto a Mondeggi!

MONDEGGI: NUOVO ANNO, STESSO COPIONE

A distanza di 4 anni dal precedente (correva l’anno 2014), di nuovo un avviso di asta pubblica pende minaccioso sulla tenuta di Mondeggi.
Il 30 Dicembre 2018, in piena zona Cesarini se si considera l’annualità appena trascorsa, la Città Metropolitana di Firenze ha emanato a sorpresa un bando con cui sancisce per l’ennesima volta la volontà – granitica quanto miope – di alienare in corpo unico la proprietà (villa inclusa).
Continue reading MONDEGGI: NUOVO ANNO, STESSO COPIONE

Difenderemo La Polveriera

Molte volte siamo state alla Polveriera, tante da non ricordarcele tutte. Come contadine, ricordiamo con affetto l’affollato mercato nel chiostro, le gioie e arrabbiature, le discussioni, gli incontri, le assemblee della comunità di resistenza contadina. In quella e in tante altre occasioni da Mondeggi abbiamo attraversato con piacere gli spazi di Sant’Apollonia, perchè nell’esperienza della Polveriera riusciamo a riconoscerci, assieme, nell’idea del comune opposto a pubblico e privato, nell’autogestione come pratica di determinazione e liberazione. Gli oltre trenta diversi progetti culturali stabili, le innumerevoli iniziative di questi anni, la moltitudine di persone che di tutto questo ha goduto gratuitamente sono la viva testimonianza della forza di queste idee e pratiche.

 
Ora una voce arrogante si è levata, dicendo che tutto questo non ha valore, che deve cessare di esistere, che ciò che deve esistere sono invece grigi uffici, da popolare di impiegati al servizio dei padroni della voce. 
 
Ma esperienze come La Polveriera, esperienze del comune e dell’autogestione, aprono orizzonti in cui è possibile immaginare un altro mondo, un mondo in cui sia possibile determinare con la propria testa e le proprie mani la realtà attorno a noi: l’incontrarsi, il lavorare, l’abitare, lo studiare; il farlo assieme come comunità solidale e territoriale, discutendo e decidendo per i nostri bisogni, senza lasciare che qualcun’altro lo faccia per noi. 
Infine il prendersi cura, il fare spazio e il difendere ciò che creiamo. 
La Polveriera non è sola: molte voci solidali si alzano al suo fianco, siamo unite e determinate a non farci portare via dall’arroganza ciò a cui teniamo e per cui ogni giorno ci impegnamo. 
 
Per tutto questo, difenderemo La Polveriera.
 
Mondeggi Bene Comune – Fattoria Senza Padroni