Lancio Campagna: STOP PESTICIDI

Assemblea pubblica e lancio della campagna Stop Pesticidi, venerdì 6 dicembre dalle ore 18:00 alle 20:30, al Cinema Odeon di Piazza Strozzi, Firenze.

Appuntamento a cura del nodo locale di Genuino Clandestino – Comunità di Resistenza Contadina Jerome Laronze -, Fridays For Future Firenze, Mondeggi Bene Comune.

<< Se ci guardiamo attorno oggi e ci soffermiamo ad ascoltare ed osservare il mondo che ci circonda, non è difficile rendersi conto del grave stato di disarmonia e fragilità in cui versano gli ecosistemi naturali, dalla piccola alla grande scala. Ci ritroviamo a vivere in ambienti sempre più antropizzati, inquinati, depredati e destabilizzati, con effetti sempre più pervasivi sulle nostre vite e su quei funzionamento dei meccanismi naturali che fino ad ora hanno garantito la sopravvivenza e la riproduzione di tutte le specie sul nostro pianeta, compresa la nostra.

Questo scenario non è causato dalle attività umane in genere ma da un sistema politico, economico e sociale ben preciso, che nell’ultimo secolo ha portato avanti un modello basato sui profitti, sullo sfruttamento indiscriminato della natura e di ogni forma di vita.

Analizzare la stato di salute del pianeta oggi, confrontarsi con il cambiamento climatico e la crisi ecologica, significa necessariamente confrontarsi con il sistema economico dominante, capitalista e neoliberista, che si è tradotto in una profonda mercificazione di tutto l’esistente. Le risorse naturali, le comunità umane, la terra, sono state messe interamente al servizio del denaro, diventando beni di scambio. Questo approccio ci ha portati/e dove siamo ora: sull’orlo della catastrofe ecologica e climatica, che ha portato la comunità scientifica internazionale a parlare di sesta estinzione di massa in riferimento ai ritmi e alla portata dell’estinzione delle specie viventi sul pianeta (sia nel mondo vegetale che animale).

Sono numerosi i settori economici e produttivi che giocano un ruolo centrale nel cambiamento climatico, tra questi, spicca il settore della produzione alimentare, in particolare quello dell’agroindustria globalizzata. Il settore agro-industriale è infatti considerato responsabile per 1/3 delle emissioni che contribuiscono al cambiamento climatico, oltre a essere una delle prime cause di inquinamento dei terreni, delle acque e dell’aria, per via dell’utilizzo di sostanze chimiche nocive quali pesticidi e fertilizzanti chimici.

Queste sostanze sono state introdotte in agricoltura a partire dalla prima guerra mondiale, come frutto delle scoperte legate all’apparato bellico, con un processo di riconversione economica senza precedenti. Molte delle sostanze ora utilizzate in agricoltura vengono dalla riconversione agricola di sostanze sperimentate nei laboratori della Germania Nazista (e non solo). È con la cosiddetta Rivoluzione Verde che con fondi statunitensi (in particolare la Rockefeller e la Ford Foundation) i pesticidi ed i fertilizzanti chimici iniziano ad essere utilizzati, dapprima in Sud America, partendo dal Messico, e poi in India, Vietnam, Thailandia, Pakistan, fino ad arrivare alla loro indiscussa diffusione in tutto il mondo, come ‘magica’ medicina per l’agricoltura globale.

La Rivoluzione Verde non ha solo portato all’introduzione di sostanze chimiche nocive per la prevenzione delle malattie e delle infestazioni, ma ha anche contribuito all’affermazione di un modello agricolo che ha distrutto l’agricoltura tradizionale e contadina per dare spazio alle monocolture, alla produzione su larga scala, alla riduzione della biodiversità e all’omologazione dei sistemi agricoli.

I pesticidi, I fertilizzanti chimici, i fitofarmaci, i semi selezionati per resistere alle sostanze tossiche che vengono applicate sui campi, stanno distruggendo i nostri ecosistemi locali. Inoltre questi componenti chimici si diffondono nell’ambiente (per il cosiddetto effetto deriva), inquinando le falde acquifere e comportando impoverimento e contaminazione dei suoli. Dai campi, queste sostanze entrano poi nella nostra catena alimentare, attraverso i prodotti che consumiamo.

La devastazione ambientale, il cambiamento climatico, l’aumento delle malattie croniche legate all’esposizione alle sostanze tossiche utilizzate in agricoltura, richiedono di iniziare ad organizzarci, informarci e mobilitarci per pretendere costruire una gestione diversa dei nostri territori e delle nostre campagne!

Non si può continuare a produrre il cibo in questo modo.

Le alternative a questo modello agricolo e produttivo esistono e vanno costruite ripristinando i saperi contadini, il rapporto con la terra e promuovendo un’agricoltura sempre più locale e attenta alle relazioni tra ogni elemento in gioco naturale.

Con questa assemblea pubblica intendiamo porre alcune basi teoriche e strumenti per provare a costruire insieme un cammino verso l’agroecologia sul nostro territorio, costruendo nuove relazioni tra le comunità e le realtà di lotta locali e lanciando una campagna condivisa di sensibilizzazione e mobilitazione contro i pesticidi.

Questo percorso nasce dall’iniziativa del nodo fiorentino di Genuino Clandestino (Comunità di resistenza contadina Jerome laronze), assieme al Comitato di Mondeggi Bene Comune Fattoria senza Padroni e il coinvolgimento delle studentesse e gli studenti di Friday For Future Firenze e dei comitati di lotta territoriale (Presidio No Inceneritore No Aeroporto) e speriamo possa arrivare a coinvolgere sempre più realtà.

Stop Pesticidi, Costruiamo insieme il cammino verso l’agroecologia nel nostro territorio! >>

tutti assolti al processo su mondeggi

Le premesse

Mondeggi bene comune è una comunità che si contrappone al tentativo di svendita della tenuta di mondeggi, attraverso un progetto di agricoltura contadina, gestione comunitaria e condivisione dei saperi. l’autogoverno che pratichiamo si ispira ai principi di autogestione, cooperazione e
mutualismo. Ci siamo riappropriati collettivamente della terra nel giugno 2014, dopo anni di degrado e abbandono, fatto che ci ha portato molto rapidamente nelle aule dei tribunali

Il processo

Oggi 8/11/19 si è svolta l’udienza che sanciva la sentenza di primo grado del processo per occupazione e furto di elettricità e d’acqua, i cui imputati erano 17 presidianti del progetto mondeggi bene comune.

Il pm aveva chiesto 1 anno e due mesi di pena e 1000 euro di multa per ciascuno degli imputati, a cui si sommano le richieste della città metropolitana, costituitasi parte civile, di 77.000 euro di danni, di cui 50.000 per danno di immagine.

Il dispositivo della sentenza di oggi prevede la piena assoluzione di tutti gli imputati “per non aver commesso il fatto”.

Alcune valutazioni

Abbiamo sempre avuto chiaro che le nostre azioni sono perseguibili e che i nostri intenti ci pongono al di fuori della legalità, che abbiamo deciso di sfidare apertamente con l’occupazione. Tuttavia la sentenza di oggi ribadisce la legittimità delle nostre aspirazioni e nega le
bizzarre richieste risarcitorie della città metropolitana. Infatti
l’amministrazione pubblica non ha fatto altro che depauperare – con ilsuo abbandono – un bene
pubblico, con un’azienda che ha accumulato debiti di 1,5 milioni di euro fino afallire, lasciando la terra in stato di degrado, per poi cercare di svenderla a cifre sempre piu’ irrisorie; e che infine chiede i danni alle uniche persone che si sono concretamente occupate del futuro di mondeggi,
mettendo in gioco la propria vita.
La vittoria di oggi – ottenuta nell’aula di un tribunale – non fa altro che rafforzare le nostre convinzioni ed aumentare la nostra determinazione per raggiungere il nostro obiettivo.
Continueremo a lavorare la terra, per renderla fruibile a chiunque se ne voglia assumere la responsabilità,
coltivando relazioni sul territorio per far crescere la nostra comunità, attraversata già da centinaia di persone.

Continueremo a batterci per l’agroecologia e la riappropriazione della terra, a fianco di tutti coloro che contestano il modello delle grandi opere e delle nocività, dell’agroindustria e dell’estrattivismo, dell’atomizzazione sociale e dell’individualismo. Ci fa piacere immaginare , con questa piccola grande vittoria, di facilitare un po’
altri processi di riappropriazione dei beni pubblici in stato di abbandono.
Sia quelli già in essere che quelli che potrebbero avviarsi in ogni territorio. In particolar modo per l’accesso alla terra.
Una sentenza che crea un importante precedente.

Mondeggi Bene Comune – Fattoria Senza Padroni

Iniziativa di solidarietà con il popolo Kurdo

Gli stati imperialisti contro un popolo multietnico
 
 
Dalle ore 20.00
Aggiornamento sulla situazione del Rojava.
 
Apericena e lotteria a premi con le prelibatezze di Mondeggi!
 
Interventi e dibattito sul Rojava
 
Offerta minima 10 euro – raccolta fondi per la Mezzaluna Rossa Kurda con consegna del ricavato ad un rappresentante della Comunità Kurda Toscana.
 
Mercoledì, 13 novembre  presso la CDP Grassina – Piazza Umberto I 13, Grassina, Bagno a Ripoli
 
Per prenotazioni:
Iacopo – 3402878683
Vanni   – 3334014319

Al fianco dei popoli della Siria del Nord e dell’Est

La storia dei territori della Siria del Nord e dell’Est è quella di una regione sull’orlo del collasso: per troppo tempo e a scapito di tutte, la violenza e gli interessi coloniali e predatori hanno imperversato, sfruttando in maniera brutale donne, uomini e terre. Per troppo tempo conflitti, pulizie e sostituzioni etniche, migrazioni, stermini e ogni genere di violenza hanno martoriato gli abitanti di questi luoghi. Siamo contadine, e sappiamo che gli interessi mortiferi che hanno provocato tutto questo sono gli stessi che hanno promosso l’esteso disboscamento, l’insediamento di nocive monocolture in enormi aree, l’odiosa espropriazione delle acque che bagnavano quei territori; gli stessi interessi di quei pochi che tutto vorrebbero mettere a valore e che da tutto vorrebbero estrarre valore.

Ma nonostante tutto questo, nella Siria del Nord e dell’Est il movimento rivoluzionario non si è mai piegato, e anzi proprio in questi luoghi devastati è stato in grado di dimostrare che si può immaginare e costruire una società nuova e più giusta, femminista, ecologista, egualitaria, libera. L’attacco della Turchia di Erdogan non è solo l’ennesimo tentativo di pulizia etnica, ma un attacco diretto contro tutto questo.

La rivoluzione del Confederalismo Democratico ha messo al centro l’ecologia. Questa guerra è un attacco diretto contro ogni tentativo di di costruzione di una società ecologica.

La rivoluzione del Confederalismo Democratico ha messo al centro la questione femminile. Questa guerra è un attacco diretto contro ogni donna in lotta contro il patriarcato.

La rivoluzione del Confederalismo Democratico ha messo al centro l’autodeterminazione dal basso di ogni aspetto della vita. Questa guerra è un attacco diretto contro chiunque lotti per l’uguaglianza e la libertà.

Ecco perché siamo in piazza oggi come Comunità di Resistenza Contadina Jerome Laronze. Per schierarci al fianco dei popoli della Siria del Nord e dell’Est, dichiarare vicinanza alle nostre compagne e ai nostri compagni delle Forze di Difesa del Popolo e a questa meravigliosa esperienza rivoluzionaria, che illumina la strada a ognuna di noi, per esprimere la nostra totale solidarietà, la complicità nella lotta.

Perchè la loro lotta è la nostra lotta.

Comunità di Resistenza Contadina Jerome Laronze

Mondeggi Bene Comune, Fattoria Senza Padroni

Ritorna yoga bene comune, ogni giovedì a casa Rusciano!

L’appuntamento con lo yoga a Mondeggi si sposta al giovedì, dall’11 luglio vi aspettiamo nei pressi degli orti del MO.T.A. a casa Rusciano dalle 19,15. Perché a Mondeggi? Perché i contadini ci aiutano ad entrare in contatto con la natura, quindi con noi stessi, e si meritano il pane, le rose e pure qualche esercizio per non farsi male al groppone!
Maggiori info sul volantino:

29/06 – Con XM24, contro il nulla che avanza

Dal sito di Xm 24, corteo festoso a Bologna questo sabato. Per l’altrimenti, contro il nulla. Essici!

Vogliono sgomberare XM24uno spazio pubblico autogestito che da più di 17 anni è luogo di socialità e sperimentazione politica, artistica e culturale in Bolognina.
Uno spazio che quotidianamente è attraversato e vissuto da centinaia di persone per i suoi valori politicilaboratori,sportelli gratuiti, ed è in definitiva un mega-laboratorio politico e culturale.
Uno spazio che rappresenta la difesa della possibilità di un vivere “Altro”, dove si vive e si decide in orizzontalità, dove non sono le leggi del profitto a far da padrone, dove non ci sono gerarchie, ma persone che collaborano e si autogestiscono.
 
Siamo alla resa dei conti. È venuto il momento di difendere tutto questo e decidere da che parte stare : dalla parte del soffocante Nulla a cui vogliono abituarci, o dalla parte dell’autogestione.
 
Noi abbiamo fatto la nostra scelta.
 
Per questo il 29 Giugno, a Bologna, scenderemo in strada, contro il nulla che avanza.

28, 29, 30 Giugno, compleanno di Mondeggi Bene Comune!

Sono passati cinque anni da quando abbiamo deciso di metterci in gioco per bloccare la svendita del patrimonio pubblico. Scelta che ha dato frutti probabilmente maggiori di quelli che ci saremmo immaginati anni fa. Oggi a Mondeggi vive e lotta una comunità di contadini e contadine che portano avanti progetti di agroecologia in quasi tutti i settori possibili. Una comunità di cittadini di Bagno a Ripoli si è messa in moto per salvare il territorio dall’abbandono a cui l’avevano condannato le amministrazioni, portando al recupero di ben oltre il 70% delle terre coltivabili. Un progetto e un sogno in continua evoluzione che ormai ha reso famosa questa esperienza in italia e altrove. Sono passati cinque anni e tanti ne passeranno ancora, perchè insieme vinceremo anche questa battaglia!

Vi invitiamo a festeggiare con la tutta la comunità il nostro quinto compleanno!

VENERDI 28 GIUGNO @ Cuculia
(giornata organizzata insieme al collettivo Sicurcaiv della Casa del Popolo di Grassina )

  • ore 21.30 – Presentazione della 3 giorni a cura del comitato e del Sicurcaiv
  • ore 21.45 – Presentazione del nuovo Parco Scultoreo allestito durante la tre giorni (leggi alla fine per maggiori info)
  • a seguire musica con: Christian Muela (didjeridoo music & social art) – De Soda Sisters (Musica Popolare Italiana & Agrifolk) – Esterina (indie)

SABATO 29 GIUGNO

  • ore 9.00-13.00 @ Ranieri – Aratura con trattori d’epoca di contadini e appasionati di Bagno a Ripoli
  • ore 10.00-12.30 @ RuscianoTavolo di lavoro sui beni comuni in continuazione alle giornate del 21 e 22 giugno a Reggio Emilia
  • ore 13.00 @ CuculiaPranzo
  • dalle 15.00 alle 18.00 @ RuscianoTavolo di lavoro sui beni comuni
  • dalle ore 15.00 @ RuscianoSpazio giochi per bambini, bambine e genitori a cura dello spazio il Melograno
  • ore 18.00 partenza da CuculiaVisita guidata sui lavori svolti in 5 anni dalla comunità di Mondeggi a cura dei custodi degli olivi e degli orti
  • ore 18.00 @ CuculiaSpettacolo teatrale sulla storia di Mondeggi
  • ore 19.00 @ Cuculia – musica con Alessio Lega
  • ore 20.00 @ CuculiaCena
  • ore 21.30 @ Cuculia – concerti con: Allost (piedmont Elecrto blues) – Chin Gana (calypso, cumbia psichedelica) – Amistade (folk, musica popolare)
  • a seguire dj set

DOMENICA 30 GIUGNO

  • dalle ore 11.00-19.00 @ CuculiaMercato contadino
  • ore 13.00 @ CuculiaPranzo
  • dalle ore 14.30 @ Rusciano –  Spazio giochi per bambini, bambine e genitori a cura dello spazio il Melograno
  • ore 15.00 partenza da CuculiaSeconda visita guidata sui lavori svolti in 5 anni dalla comunità di mondeggi a cura dei custodi degli olivi e degli orti
  • ore 17.00Concerto conclusivo di musica classica a cura del Coro e Orchestra Desiderio di Settignano

INFO UTILI:
– Durante la 3 giorni sarà allestita un’area tende e camper gratuita
Non portare animali, loro non si divertono
Tutti i prodotti che verranno somministrati provengonoall’interno dalla fattoria o dai circuiti di cui facciamo parte. Tutto è rigorosamente biologico e proveniente da agricoltura contadina.

PARCO SCULTOREO:
In queste ultime settimane un gruppo di scultori, pittori, performers, operatori in campo artistico ha dato inizio alla ideazione del Parco Scultoreo MondeggiArte promuovendo un evento di espressione artistica, lavoro creativo, di festa, discussione, crescita.
Vogliamo realizzare in loco opere ambientali, scultoree, sonore, performance, installazioni site specific. Opere in sintonia con l’ambiente, con interventi non invasivi, utilizzando solo materiali organici e non inquinanti, che, se lasciati in loco, verranno riassorbiti dall’ambiente in armonia con la natura.
Con queste premesse intendiamo costituire il primo nucleo di un Parco Scultoreo.
L’intento è quello di creare una grande opera collettiva “in progress”, composta da tanti episodi, realizzati sia in individualmente che in gruppo.
Chi condivide queste premesse è invitato a contattarci e a partecipare.
Il culmine dell’evento e l’inaugurazione delle prime opere avverrà il 29 e 30 giugno 2019
Gruppo MondeggiArte per il
Parco Scultoreo di Mondeggi

Il mosto di Firenze 4.0 con Bobo Rondelli in concerto

Sabato 11 Maggio 2019, torna il Mosto di Firenze!

Siamo giunti alla quarta edizione di uno degli eventi più interessanti legati al mondo del vino di piccola scala nella nostra zona. Saranno presenti soltanto piccoli produttori biologici, biodinamici certificati e non certificati che seguo il processo produttivo in prima persona dalla vigna alla cantina.

Programma:
16.00 inizio degustazioni
18.00 spettacolo “gate 19” a cura della scuola di circo Passe-passe di Ponte a Ema (Fi)
20.30 cena sociale
22.00 inizio concerti con Jamilia
23.00 BOBO RONDELLI
– a seguire dj set notevole con Leblond

  • Invitiamo soltanto piccoli produttori che spesso non posso permettersi di andare alle fiere del vino, non scroccare il loro lavoro, se ti interessa compragli un bicchiere o una bottiglia.
  • L’organizzazione dell’iniziativa ha un costo importante per il comitato, l’ingresso è a offerta libera. Se condividi sostieni questo spazio e tutti quelli in cui si pratica politica dal basso e autogestione
  • Tutti i prodotti che verranno somministrati provengono da circuiti locali della rete genuino clandestino, produzioni contadine.
  • Sarà allestita un’area campeggio gratuita, non ti mettere al volante se hai alzato il gomito.
  • Prevediamo una grande affluenza, lascia la macchina dove trovi le indicazioni del parcheggio e fatti una piccola passeggiata rigenerante, sei nelle terre di mondeggi bene comune!
  • Lascia a casa il tuo cane, gatto, scimmia, pappagallo, loro non si divertono!
  • Tutto il ricavato dell’intera giornata servirà a finanziare la campagna di crowdfounding per l’acquisto di un nuovo trattore a ruote https://buonacausa.org/cause/mondeggiSE SEI UN PICCOLO PRODUTTORE E VUOI PARTECIPARE CONTATTACI

    Ah già…avanti tutta!

Genuino Clandestino in Abruzzo

Incontro generale di Genuino Clandestino
Comunità in lotta per l’autodeterminazione alimentare
26-27 aprile San Vito Chietino
28 aprile 2019 Lanciano

Terra Bene Comune…tre giorni per creare comunità e fare rete, conoscersi e divertirsi, tre giorni intensi…

…Campeggio, Mercato Genuino Clandestino, tavoli tematici e tecnici, cibo genuino, assemblea plenaria, concerti, teatro, mostre documentari e tanto altro ancora!

VENERDÌ 26 APRILE 2019
CSOA ZONA 22
Via Caduti sul Lavoro n.4
San Vito Chietino (Ch)

ore 16.00
Apertura infopoint e accoglienza

Ore 17.00
Musica live a cura della “Jha family”

Ore 20.00
Cena popolare

Ore 21.00
“A lu monne di la lune”

Cunti e canti meticci dalla tradizione popolare abruzzese di e con Emanuela D’Ortona, musiche di Mimmo Spadano (Terre del Sud)

Ore 22.30
Dj set a cura della “Jha family”

SABATO 27 APRILE 2019
CSOA ZONA 22
Via Caduti sul Lavoro n.4
San Vito Chietino (Ch)

ore 08.00
Ritrovo e Colazione

Dalle ore 09.00 alle 13.00
Tavoli tematici

Ore 13.30
Pranzo Popolare

Dalle ore 15.00 alle 16.30
Tavoli tecnici

Ore 17.30
ASSEMBLEA PLENARIA

Ore 20.30
Cena Popolare

Ore 22.30
Musica Live con i “Dogs Love Company”

A seguire DJ set

Per tutta la giornata di Sabato Ludobus e giochi in legno a cura di Officine Sinergiche

Live painting a cura di Michela di Lanzo

Jam session sul mare

DOMENICA 28 APRILE 2019
Lanciano (Ch)

Piazza Plebiscito

Dalle Ore 09.00 alle 18.00

MERCATO CONTADINO di GENUINO CLANDESTINO

Musica live, mostre fotografiche, istallazioni artistiche, video proiezioni

Programma in divenire

Vi aspettiamo!

Continue reading Genuino Clandestino in Abruzzo

Warm-up Hackmeeting a Mondeggi

Domenica 14 aprile @ Mondeggi Fattoria Senza Padroni, ore 16.30

Il senso dell’Internet: quali e quanti strumenti abbiamo a disposizione e quanti pochi ne usiamo. Con chi vogliamo parlare e come. Partiamo dai nostri veri bisogni (e non da quelli indotti) e cerchiamo insieme risposte soddisfacenti.

Una chiacchierata in compagnia della comunità Hackmeeting, in vista dell’incontro annuale delle controculture digitali italiane, dal 30 maggio al 2 giugno al Next Emerson (Firenze)

Tutti gli altri Warm-up fiorentini sul sito ifdo.noblogs.org.

Continue reading Warm-up Hackmeeting a Mondeggi